GRANDE RADUNO REGIONALE DELLE PRO LOCO DELLA SARDEGNA 

08.07.2017

Tra arte, musica e cibo a km 0 Sarroch festeggia il primo Raduno Regionale delle Pro Loco della Sardegna 

Raduno Regionale Delle Pro Loco di Sardegna: per il futuro l'obiettivo è quello di consolidare questi eventi rendendoli sempre più appetibili a visitatori e turisti.

Dopo circa due mesi abbondanti di lavoro, di riunioni continue e di decisioni tribolate il grande giorno dell'estate sarrochese è arrivato. Sabato 8 luglio edomenica 9 luglio le eleganti sale e gli scenografici giardini della Villa Siotto si animeranno di artisti, buongustai, turisti, visitatori e semplici curiosi. Il doppio evento, a sentire i ben informati, ha tutte le carte in regola per potere rappresentare un successo organizzativo che sancirà l'ottimo lavoro congiunto della Commissione Turismo del paese di Sarroch presieduta da Vittorio Cois a cui competono le iniziative facenti parte del grande raduno regionale delle proloco, e l'assessorato alla Cultura e ai Beni culturali guidato dall'assessora Manuela Spano da cui sono arrivate le direttive e gli stimoli affinché si potesse allestire la decima edizione della biennale del coltello sardo Maistus.

"Il giorno 8 luglio a partire dalle ore 16.00 apriranno al pubblico gli "stands" eno-gastronomici gestiti dalle Proloco ospiti e le aree espositive dedicate ai maestri coltellinai" racconta Vittorio Cois Presidente Commissione Turismo del paese di Sarroch.

Alle ore 18 e 30 si svolgerà l'inaugurazione ufficiale del primo raduno regionale delle Pro Loco di Sardegna e l'attesa decima edizione di Maistus, biennale del coltello sardo. Tagliato il nastro sarà possibile degustare i tanti prodotti tipici che le Pro Loco ospiti, in arrivo a Sarroch da circa 30 paesi del nord e del sud Sardegna, prepareranno sul posto utilizzando solo ed esclusivamente prodotti alimentari a Km 0.

Tutti coloro che non riusciranno a raggiungere il paese di Sarroch già da sabato 8 luglio però non dovranno perdersi d'animo, Domenica 9 luglio infatti, ai profumi tipici del buon cibo locale, e ai riflessi delle splendide lame artigianali si aggiungeranno diversi eventi collaterali che arricchiranno ancora di più il programma della due giorni sarrochese.

Domenica 9 luglio dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19 sarà infatti possibile visitare gratuitamente, grazie al supporto delle guide locali, la splendida Villa Siotto, mentre dalle 17 e 30 i volontari dell'associazione archeologica locale S'arrocca Onlus, accompagneranno i turisti alla scoperta del Nuraghe de Sa Domu'e S'orcu. Chi invece vorrà scoprire le bellezze marine del comune di Sarroch potrà optare per il servizio di bus navetta gratuito che consentirà ai visitatori di conoscere le località turistiche di Perd'è Sali e Porto Columbu. La due giorni, si concluderà domenica 9 luglio alle ore 21 con il concerto gratuito della Tribute Band Nomadi "il clan dei mercanti e servi".

"Questo tipo di eventi" ci racconta ancora il presidente della commissione turismo Cois "ha come obiettivo principale quello di valorizzare e far conoscere le tante bellezze presenti nel nostro territorio. Per il futuro l'obiettivo è quello di consolidare nel tempo questi eventi rendendoli sempre più appetibili ai turisti. "

Eventi che non potrebbero mai essere realizzati senza una grande disponibilità e condivisione di intenti da parte delle tante associazioni locali, in primisdell'attivissima pro loco di Sarroch. "La collaborazione delle Proloco" conclude Cois " ha avuto un'importanza fondamentale nell'organizzazione dell'evento. La Proloco locale presieduta con impegno e dedizione da Efisio Casu, in virtù della capillare presenza sul territorio e al livello di professionalità raggiunto nei vari settori, svolge oggi un ruolo di fondamentale importanza per il comune di Sarroch, soprattutto per quanto riguarda la promozione e la valorizzazione del nostro territorio.

Mauro Melis, ufficio stampa Expert group 3336238705, mauromelis81@gmail.com, mauro@boxis.it
Walter Piras, direttore artistico RADUNO REGIONALE DELLE PRO LOCO DI SARDEGNA e MAISTUS - rassegna biennale del coltello Sardo 349 4787343